';

Tra Corchia, Pania della Croce e Borra Canala

Primo giorno.  Il trekking inizierà dallo spettacolare borgo storico di Isola Santa. Dopo aver percorso una breve via di cava,  ci inoltreremo tra i castagni, i faggi e i verdi muschi della valle del Fosso delle Fredde. Raggiungeremo gli alpeggi del Puntato e, dopo una breve pausa, riprenderemo a salire verso il Padule di Fociomboli.

Si tratta dell’unica area umida in quota delle Alpi Apuane, dove il Fosso delle Fredde trova le sue sorgenti e la torbiera permette la crescita di fiori e piante rare. Tra queste la straordinaria e carnivora Pinguicola delle Alpi Apuane.

Il nostro cammino procederà verso Passo Croce e da lì l’ardua salita al Monte Corchia attraverso il Canale del Pirossetto. Un’ascesa spettacolare, selvaggia e faticosa, tra maestosi torrioni di roccia, accompagnata dal vento e dal canto dei gracchi corallini. La discesa verso La Valle di Mosceta, anch’essa impegnativa per il fondo sconnesso di pietre e ghiaie, ci condurrà verso il meritato riposo presso lo storico rifugio Del Freo.

Secondo giorno. La mattina successiva sveglia presto, colazione, e partenza per la vetta della Regina. Raggiungeremo la Croce della Pania dalla via normale e scenderemo il Vallone dell’Inferno fino al rifugio Rossi, il più alto delle Apuane.

Dopo una pausa di un’ora e pranzo al sacco, affronteremo la Borra Canala. Percorreremo l’orrido vallone tra il Pizzo delle Saette e l’altopiano carsico della Vetricia, area di enorme interesse geologico. Per più di un’ora ci accompagnerà uno dei paesaggi più maestosi e spettacolari del gruppo delle Apuane. Una valle detritica di rara bellezza, quasi totalmente priva di vegetazione che ci lascerà a bocca aperta.

Usciti dalla Porta della Borra, un sentiero inizialmente ripido e poi dolce di terra e foglie, sprofonderà nei boschi bassi e ombrosi della Valle di Mosceta. Arriveremo così al paese abbandonato di Col Di Favilla dal quale torneremo al punto di partenza.

Il ristorante bar del borgho ci darà l’occasione per riposarci davvero, bere qualcosa di fresco, e passare insieme gli ultimi attimi di questa due giorni indimenticabile.

Tutte le info

Le cose che non devi dimenticare
  • Scarponi da trekking
  • Necessario per due giorni e almeno un cambio completo
  • Occorrente per la pioggia
  • Pranzo al sacco
  • Snack, frutta secca o barrette energetiche
  • Acqua in base alle proprie esigenze, comunque abbondante vista la scarsità sul percorso
Qualche suggerimento per migliorare la tua esperienza
  • Bastoncini da trekking
  • Snack, frutta o barrette energetiche
  • Abbigliamento tecnico e una t-shirt di ricambio
A chi si rivolge questa proposta
  • Escursionisti ben allenati
  • Minori accompagnati dai 14 anni in su
Per chi è sconsigliata
  • A chi soffre di vertigini
  • A chiunque, per motivi di salute, non possa sostenere sforzi considerevoli e prolungati nel tempo
  • Escursione non adatta ai cani

La quota rappresenta solo ciò che è dovuto alla guida, eventuali spese di rifugio sono da considerarsi in più da pagare in loco presso il gestore.

Le nostre tariffe

Servizio di guida ambientale escursionistica abilitata, RC con massimale a 5.000.000 di euro.

  • Adulti: 35,00 €
  • Minori accompagnati: –
  • Studenti: 25,00 €
Prima di tutto la sicurezza

Terra Trails si avvale del diritto di cambiare itinerario in corso d’opera e apportare modifiche all’esperienza fino all’annullamento, a causa di maltempo o altre cause di forza maggiore che ne possano pregiudicare la godibilità e la sicurezza. Si riserva inoltre di rifiutare la partecipazione a coloro che non abbiano con se il necessario per svolgere l’escursione in sicurezza. Tutto l’occorrente è indicato nella sezione Cosa portare di questo prospetto.

.

Prepara lo zaino

Dichiaro di aver letto e accettato la privacy policy di Terra Trails e di aver preso visione delle condizioni di partecipazione.

La nostra privacy policy  è adeguata al GDPR – Regolamento Generale sulla Protezione Dati, in vigore in tutti i paesi dell’Unione Europea dal 25 maggio 2018.

Le altre escursioni

Comments
Share
Diego

Leave a reply